59a edizione

Presentazione Master Quality

La PMI, sulla spinta di nuovi traguardi nel campo della ricerca e della innovazione tecnologica, sempre più sente la necessità, al fine di essere competitiva sul mercato nazionale ed estero, di certificarsi. Questo spiega la crescita veloce della domanda di certificazione non solo dei sistemi qualità aziendali nei settori industriali più tradizionali ma, anche del settore servizi. Oggi, l’adozione dei sistemi qualità UNI EN ISO 9000 assume la valenza di scelta strategica per le aziende: miglioramento della efficienza gestionale, adeguamento agli standard qualitativi internazionali, sicurezza e tutela ambientale, rispetto dei diritti dei consumatori, garanzie nella partecipazione a gare d’appalto, ecc..

Nell’edizione 2014 del Master, la UNINFORM e ANGQ, propongono, in collaborazione con altri organismi di rilevanza nazionale, una azione formativa integrata indirizzata all’aumento di efficienza delle risorse impiegate nel sistema di gestione aziendale, con lo scopo di concorrere alla formazione di figure professionali in grado di operare in posizione di staff nell’impresa, nelle istituzioni e in strutture consulenziali e di promozione, progettando e gestendo serviziinnovativi.

Contenuti

Il Master si propone quale momento di formazione e aggiornamento professionale sui temi della gestione della Qualità, Ambiente e Sicurezzaconformemente alla normativa internazionale ISO serie 9000, ISO 19011, ISO serie 14000, EMAS, SA8000, OHSAS 18001 e nazionale (D.lgs 196/03, D.lgs 231/101, D.lgs 81/08 e tutta la normativa collegata).

Il programma è articolato in modo tale da fornire una chiara visione della struttura generale delle norme al fine di permettere di individuare i principali passi da compiere per intraprendere correttamente l’impostazione di un Sistema di Gestione, tenendo conto di tutti gli aspetti culturali e metodologici che influenzano il risultato finale.
Difatti, il programma del Master – che si sviluppa in due fasi – prevede l’inserimento degli allievi in un contesto sempre più operativo in cui all’acquisizione di una serie di nozioni di base, relative all’impresa nelle sue diverse aree funzionali, fa seguito l’applicazione delle conoscenze e degli strumenti di gestione appresi mediante l’analisi di casi aziendali polifunzionali, la realizzazione di un project-work e lo svolgimento di un periodo di stage in azienda.

Perché frequentare un Master UNINFORM

Prima di scegliere un master è necessario fare due valutazioni fondamentali:

  • La serietà e l’esperienza dell’ente di formazione
    (sono sempre più frequenti i casi in cui si promuovono sul mercato della formazione enti improvvisati e/o con poca esperienza nel settore della formazione e/o dell’area specifica del master pubblicizzato; addirittura pseudo enti che clonano master di altri enti di formazione non avendo nessuna competenza professionale e millantando rapporti con aziende);
  • La “Qualità” del Master
    intesa come programma dello stesso, esperienza nel settore, edizioni svolte, esperienza dei docenti, contatti con le aziende, i concreti e reali sbocchi professionali del Master.

A tal proposito riportiamo le referenze di UNINFORM GROUP e del Master Quality proposto.

Referenze UNINFORM GROUP:

  • UNINFORM è un ente di formazione con esperienza quindicennale.
  • UNINFORM è accreditata alla Regione LAZIO per la formazione professionale, i servizi orientativi di base, i servizi orientativi specialistici, i servizi di accompagnamento e di sostegno al lavoro – Determina n°D1558/09.
  • UNINFORM ha conseguito la Certificazione di Qualità ISO 9001:2008 per la progettazione ed erogazione di servizi di Alta Formazione Professionale Specialistica. Certificato n°184076 Bureau Veritas
  • UNINFORM è presente nel Portale Interregionale di Alta Formazione Professionale (www.altaformazioneinrete.it progetto finanziato dal Ministero del Lavoro) che raccoglie gli enti di formazione accreditati.

“QUALITÀ” del Master:
“Esperti in Qualità, Qualità Ambientale e Sistemi di Gestione Aziendale”
I NUMERI DEL MASTER PIÙ COMPETITIVO TRA I MASTER DI ECCELLENZA

  • 55^ Le edizioni già svolte
  • 92% IL Placement occupazionale nelle precedenti edizioni
  • 900 I rapporti Aziendali (vedi le 450 aziende più importanti che hanno già aderito)
  • 1940 I Diplomati Master ad oggi
  • 9 Gli Attestati di Riconoscimento Professionale
  • 31 I docenti coinvolti nel progetto ed appartenenti al management aziendale.
  • 3 Borse di studio parziali
  • 2 Mesi di Alta Formazione in Aula a Roma o Milano
  • 6 Mesi di stage garantito a tutti i partecipanti
  • il Master è stato inserito nel Catalogo Interregionale dell’Alta Formazione

Perché frequentare il Master Quality?

Per specializzarsi ed avere un accesso facilitato nel mondo del lavoro!

Esperto in QUALITA’, QUALITA’ AMBIENTALE e SICUREZZA…professione con prospettive concrete!!

Le analisi pubblicate sulle principali testate specialistiche, relativamente a quali siano le odierne aree occupazionali che hanno particolari prospettive di crescita per i giovani, hanno evidenziato che tra tutte emerge il settore della Qualità, Sicurezza e Ambiente. In particolare il profilo dell’esperto/addetto/consulente in materia di certificazione ISO.

ISO è l’Organizzazione Internazionale per la Standardizzazione Europea.

Prendere coscienza delle opportunità sempre più rivoluzionarie offerte dal progresso tecnologico che, necessariamente, sollecita una tutela dell’ambiente capace di tenere sotto controllo il sistema di gestione aziendale, significa, soprattutto per un giovane, evolvere professionalmente garantendosi reali prospettive professionali che gli consentono di inserirsi stabilmente e strategicamente all’interno di un’azienda o specificarsi in maniera autonoma come free-lance.

L’ultimo rapporto dell’Istituto di Studi Sociali ed Economici “EURISPES”, prevede che nei prossimi due anni gli attuali addetti all’ambiente raddoppieranno. E, volendo fare delle stime numeriche, un altro Istituto, l’IRSI, Istituto sulle relazioni industriali, calcola che le nuove professioni “verdi” nei prossimi cinque anni rappresenteranno il 5,2 per cento dell’occupazione in Italia. Si tratterebbe, pertanto, di più di un milione di nuovi posti di lavoro.

Sbocchi Professionali

Ecco alcuni degli SBOCCHI PROFESSIONALI previsti:

  • Responsabile/Auditor Qualità,
  • Ispettore presso Enti di Certificazione,
  • Consulente Sistemi di Gestione Aziendale
  • Auditor Ambientale,
  • ECOMANAGER (vedi articolo pubblicato su Bollettino del Lavoro),
  • Esperto di Impatto Ambientale,
  • Responsabile Sicurezza RSPP
  • Consulente presso la P.A.

Chi è e cosa fa l’Esperto in Certificazione Qualità
Questa è una figura professionale in grado di operare a vari livelli nell’ambito delle problematiche riguardanti la garanzia della qualità, ed in particolare di fornire un adeguato supporto metodologico e tecnico ai responsabili (interni ed esterni alle società) delle iniziative finalizzate alla certificazione ISO. Per poter intraprendere la professione di esperto certificazione ISO occorre frequentare un Master dove conseguirne il titolo ed acquisire conoscenze per favorire l’efficacia dei processi aziendali.

Chi è l’Auditor Ambientale
È colui che tiene sotto controllo il sistema di gestione guidato dall’eco manager: dalla produzione fino alla logistica. Si tratta di un ruolo che può essere svolto sia all’interno dell’azienda sia all’esterno. Come prevede il regolamento EMAS, Eco Management and Audit Scheme, le imprese infatti possono certificare la propria qualità ambientale.

Chi è l’Eco Manager
È il responsabile delle strategie ambientali, all’interno dell’azienda. Una figura trasversale nell’organizzazione, che risponde direttamente al vertice. Si occupa di tutto quanto riguarda l’attività dell’impresa sul territorio: come eliminare sostanze nocive dal ciclo di lavorazione, come ridurre i rifiuti di lavorazione e le emissioni inquinanti o razionalizzare i consumi energetici. Sempre tenendo sotto controllo i costi. Non solo. Dal processo produttivo la sua competenza arriva poi al prodotto, che deve essere ecologico sia nelle caratteristiche sia nel confezionamento e nel riciclaggio. Le grandi imprese hanno diversi manager ambientali, per singole aree o per stabilimento, coordinati da un direttore ambiente.

Chi è l’Esperto di impatto ambientale
È colui che deve compiere studi approfonditi sugli ecosistemi, ma anche sui progetti architettonici che su di essi andranno ad incidere, coordinando così numerosi tecnici e professionisti. Successivamente ha il compito di formulare una valutazione della compatibilità tra progetto ed ambiente, che, per legge, chiunque proponga un’opera che comporta conseguenze sul territorio è tenuto a presentare all’autorità competente.

Chi è l’HSE Engineer – HSE Manager
L’HSE Engineer – HSE Manager sono tra le figure professionali più richieste è colui che si occupa del mantenimento delle certificazioni di qualità (ISO9001, ISO14001, ISO18001) e provvede al coordinamento di tutte le attività inerenti la prevenzione, la protezione e la sicurezza del lavoro all’interno dell’azienda, in conformità con la normativa vigente, definendo i piani di manutenzione ordinaria e straordinaria; cura i rapporti con gli organi e le amministrazioni competenti inerenti la sicurezza dei lavoratori e dell’ambiente

Chi è il responsabile sicurezza – l’RSPP
Il RSPP (acronimo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) “è un professionista che ha esperienza sulla Sicurezza del lavoro ed è designato dal datore di lavoro per gestire e coordinare le attività del Servizio di prevenzione e protezione che è “l’ insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori”(come indicato dal D.Lgs.81/2008 all’art. 2 lett. l).
Il RSPP svolge essenzialmente funzioni e compiti di supporto tecnico ed organizzativo per il datore di lavoro, i dirigenti, i preposti; inoltre ha compiti relazionali con i lavoratori e i loro rappresentanti anche su specifici problemi inerenti la sicurezza del lavoro in azienda.
La figura del RSPP, (già definita dal D.Lgs 626/94 e dal D.Lgs.195/2003) con il D.Lgs. 81/2008 “unico testo normativo in materia di sicurezza e salute delle lavoratrici e dei lavoratori nei luoghi di lavoro” avvia un nuovo approccio di carattere gestionale che gli richiederà una maggiore attenzione e un continuo impegno negli anni a venire. Il decreto ribadisce il ruolo del RSPP, proponendo alcune innovazioni rilevanti anche per il ruolo dello stesso.

Contesti operativi dell’Esperto in Sistemi Integrati:
L’Esperto in Sistemi Integrati per la Qualità, Ambiente e Sicurezza può trovare, grazie al carattere interdisciplinare del Master, una sua collocazione in una pluralità di contesti operativi:

  • Aziende
  • Multinazionali
  • Società di consulenza
  • Enti di certificazione
  • Pubblica Amministrazione.

Alcuni esempi di
STAGE GIÀ ATTIVATI LE AZIENDE CHE
hanno aderito al Master

Il perché del boom di richieste di esperti/addetti/consulenti certificazione ISO
Vi sono numerose norme che descrivono i requisiti dei sistemi di qualità e controllo che costituiscono perciò dei modelli di riferimento per la garanzia della qualità e controllo in tutti i settori di attività.
La certificazione ISO, ottenuta grazie ad esperti/addetti/consulenti in materia, risulta essere basilare per le aziende che li assumono al fine di raggiungere importanti traguardi interni ed esterni, quali:

  • verso l’esterno, con l’ottenimento della certificazione, si ottiene una fortissima qualificazione dell’azienda sul mercato ed un conseguente miglioramento della sua immagine. Inoltre, con l’apertura delle frontiere del mercato unico si ha la concreta possibilità di acquisire clienti esteri che, sempre di più, richiedono questo elemento come parametro di giudizio dei propri fornitori. Le aziende che sono in possesso della certificazione vedranno aumentare, quindi il loro vantaggio competitivo;
  • internamente, le norme costituiscono un’ottima base di partenza per introdurre in azienda la standardizzazione, che si basa sulla raccolta ed analisi dei dati. Le norme prevedono, infatti, che le operazioni che influiscono, direttamente ed indirettamente, sulla qualità e la sicurezza del prodotto avvengano in modo ordinato, collaudato e conosciuto da tutti gli addetti (procedure).

Costruire un sistema di qualità e sicurezza affidabile
Avviare un processo di certificazione è ormai obiettivo di moltissime imprese. Nella maggior parte dei casi questo processo risulta lento, faticoso e molto costoso a causa della difficoltà di realizzazione e documentazione di un sistema di assicurazione Qualità. In particolare proprio la fase di documentazione (manuale qualità, manuale procedure, istruzioni operative) risulta essere la fase più complessa e delicata. Le norme, infatti, sono particolarmente esigenti per quanto concerne la fase di predisposizione e gestione della documentazione del sistema di gestione per la Qualità. È necessario, quindi ricorrere all’ausilio di esperti…

A conferma dei dati riportati il Master Quality ha ottenuto nelle precedenti edizioni un placement occupazionale superiore al 90%.