Wedding Tourism: nasce il primo osservatorio italiano

Posted on: Luglio 25th, 2019 by No Comments

Arriva in Italia il primo Osservatorio del Destination Wedding Tourism.

Questo nuovo strumento di analisi nasce con lo scopo di monitorare il prodotto turistico wedding in tutti i suoi elementi, verificando anche il livello di appeal dell’offerta delle singole destinazioni.

Curato da Jfc e promosso da Buy Wedding in Italy, l’osservatorio fornirà periodicamente dati sociologici, economici e tendenziali sul turismo legato ai matrimoni, un settore che negli ultimi anni ha registrato una significativa crescita nel nostro Paese, tanto da spingere gli esperti del settore a monitorarla con attenzione per trarne sempre maggiori vantaggi.

«L’obiettivo – ha spiegato Massimo Ferruzzi, direttore scientifico dell’Osservatorio – è di mettere a disposizione dell’intera comunità turistica uno strumento di monitoraggio costante del “fenomeno wedding” in tutti i suoi elementi di valore e di interesse».
«Il matrimonio – ha sottolineato Bianca Trusiani, a capo del comitato tecnico scientifico del Buy Wedding in Italy – è un processo molto complesso, comprendente moltitudini di operatori e attività da pianificare e capace di generare nuove possibilità per i territori e le aziende».

La scelta di dar vita a questo Osservatorio non può che essere condivisibile. Già da diversi anni, infatti, ci si è accorti che il Wedding Tourism assicura un notevole guadagno a diverse località nostrane, prime fra tutte la Toscana e la Costiera Amalfitana, seguite da Venezia e Roma e da Puglia e Sicilia. Chi invece sogna un matrimonio intimo e dal tocco fiabesco, tende sempre più spesso a scegliere i piccoli borghi e l’incanto che riescono a regalare, soprattutto a chi proviene dalla metropoli.

Sono principalmente gli stranieri a dare una spinta importante ai flussi legati a questa tipologia di turismo. Tra loro prevalgono gli inglesi, gli americani, i canadesi, i russi e i giapponesi. E cosa li spinge a pronunciare il fatidico “sì” proprio nel Belpaese? Sicuramente il buon cibo e i panorami mozzafiato. Ma ciò che rende il matrimonio made in Italy così affascinante è soprattutto l’arte, indiscussa protagonista nella maggior parte delle nostre città, insieme alla cultura e a quel calore umano tutto italiano che spesso si stenta a trovare altrove.

L’articolo Wedding Tourism: nasce il primo osservatorio italiano proviene da Blog Turismo Uninform.


Source: Blog Turismo

Comments are closed.