La Dott.ssa Rosa Santella, al termine della Laurea Magistrale in Scienze della Nutrizione conseguita con Lode, ha scelto di frequentare il Master Quality di Uninform Group.

Lasciamo la parola a Rosa:

“Dopo aver vissuto alcuni anni in Scandinavia, ho sentito l’esigenza di rientrare in Italia spostando il focus dalla ricerca puramente accademica alla dinamicità aziendale. In seguito ad un’attenta analisi del mercato del lavoro, ho intuito di dover rilanciare il mio profilo attraverso un Master sui Sistemi di Gestione che fosse complementare al mio background in Nutrizione, competitivo e professionalizzante, aggiungendo un quid manageriale al mio CV: da qui la scelta di investire sul Master Quality”.

 

Com’è andata la frequenza del Master in modalità E-learning?

La mia edizione, a causa della pandemia, ha subito uno stop forzato a tre settimane dall’inizio delle lezioni frontali. Nel giro di un paio di mesi ho ripreso a seguire la parte teorica del Master Quality da remoto, modalità che non ha inficiato il risultato finale. Mi ritengo soddisfatta delle nozioni acquisite, che spaziano tra gli interessanti ed attuali temi “Qualità-Ambiente-Sicurezza ed Energia”. Il vantaggio è stato riuscire ad interagire nelle esercitazioni di gruppo in stanze virtuali, comodamente seduti sulla poltrona di casa. Ciò ha abbattuto i costi per i fuorisede come me, ed ha ottimizzato i tempi di erogazione del servizio in quei duri mesi di lockdown”.

 

Rosa dove hai svolto il tirocinio previsto dal Master?

Aspiravo ad uno stage in una multinazionale del Food, perché cercavo un ambiente di respiro internazionale caratterizzato da nuove sfide quotidiane ed obiettivi stimolanti. Grazie ad una combinazione vincente di elementi quali: proattività, esperienza pregressa maturata all’estero ed il supporto dell’Ufficio Placement, ho ricevuto valide proposte da rilevanti aziende dislocate sul territorio nazionale.

Ad oggi però, sono contenta di aver intercettato la chiamata giusta, che incontrasse appieno le mie ambizioni. La telefonata in questione è partita da Findus: il noto marchio di surgelati amati in tutto il mondo i cui famosissimi prodotti ci accompagnano dall’infanzia: “Chi non ha assaggiato almeno una volta i classici bastoncini di merluzzo, i deliziosi sofficini oppure i dolcissimi pisellini primavera?”.

Con entusiasmo ed un pizzico di orgoglio, posso dire che a solo un mese e mezzo dall’inizio del mio tirocinio curriculare mi è stato offerto un contratto in area Assicurazione Qualità e Sicurezza Alimentare presso il sito di Cisterna di Latina, uno stabilimento immerso nei verdi campi dell’Agro Pontino che hanno ispirato la creazione del brand e dove tuttora risiede il cuore pulsante della produzione. Findus Italia è una realtà dai solidi valori, un business iconico che affonda le radici nella tradizione sin dagli anni ’60, ma che da sempre guarda al futuro con occhi moderni! Sono testimone delle concrete opportunità offerte ai giovani di talento che da decenni Findus attrae nel suo circuito tramite una sapiente selezione HR e a cui genuinamente viene trasferito un prezioso know-how da figure senior che hanno fatto la storia dell’azienda – un vero best place to work in! In particolare, mi ha colpito lo spirito di squadra della Qualità che mi ha calorosamente accolto on board e già permesso di muovere i primi passi verso un percorso formativo di successo, merito di una leadership strutturata, lungimirante, innovativa, carismatica ed altamente performante, che fa di questo brand un fiore all’occhiello nel suo settore ed un vanto per il nostro Paese. Inoltre, pur rappresentando una finestra sul mondo come parte del gruppo internazionale Nomad Foods, Findus vince la sfida del tempo contribuendo a sostenere l’economia e l’occupazione del Centro-Sud, grazie alla resiliente presenza a Cisterna: una rosea speranza anche per il futuro.

Spero che questa bellissima esperienza sancisca per me l’incipit di una promettente carriera!”